Stai rimandando i buoni propositi che ti eri prefissata a quando?

Aspettiamo la primavera?

Quest’atteggiamento di rimando e di pigrizia, non sottovalutarlo, diventerà un enorme problema… smetti di autogiustificarti, inizia il cambiamento con un semplice passo.

Troppe volte vedo donne che hanno un atteggiamento di pigrizia mista a rassegnazione difronte a un problema che non le fa stare bene con se stesse e a cascata con i propri figli, con il compagno, con gli amici e al lavoro.

Un momento di sconforto, di pausa, di riflessione è umano e sano, ma non deve diventare lo spirito con cui s’inizia una giornata.

Voglio darti un semplice consiglio, un esercizio, che ha sbloccato mie diverse clienti, un esercizio per la verità.

Voglio prima farti ragionare sul perché ti sei impigrita…

Perché inizi un’attività e poi, dopo due o tre settimane molli tutto e pensi che poi riprenderai in un secondo tempo?

Perché si tratta di un peso troppo grande, il cambiamento di un’abitudine, perché la stanchezza prevale, perché non essendo allenati fisicamente o mentalmente ci sente soli ad affrontarlo. Qui entra in gioco il modo di vedere le cose, che è, pur sempre un cambiamento, ma in questo caso è anche la soluzione, ti spiega in pratica cosa fare:

Assegnati un obiettivo,

Esegui quel compito che ti porterà all’obiettivo ogni giorno alla stessa ora per un minuto, un periodo realmente breve che tutti possono trovare! Se ci pensi, è lo stesso compito che hai sempre rimandato perché trovavi mille scuse!

Farlo per un minuto non è efficace come farlo per sessanta ovvio, ma il punto non è questo, il punto è che quel minuto sarà motivo di allegria e soddisfazione.

Sono i piccoli passi a portare a dei risultati eccezionali e non voglio fare la motivatrice, non è il mio lavoro e non ne ho le competenze, voglio solo dirti che un atteggiamento sbagliato ti porterà a seri danni che si ripercuoteranno in tutta la tua vita!

Riuscire a far star zitta quella fastidiosa vocina nella nostra testa che continua a ripeterci che non possiamo farcela, che c’è un’altra priorità, che dopo è uguale, riuscire a non ascoltarla è la cosa principale perché lascerà spazio a quella benefica sensazione di gratificazione, questo fa salire i livelli di autostima, di positività, di endorfine che a cascata hanno benefici anche sulla cellulite!!

Pensa! Una volta fatto questo passo oltre la pigrizia, aumenterai il tempo da 1 a 3 o 5 minuti e così via fino a quando diventerà un’abitudine che non ti pesa più come sacrificio.

Alle mie clienti faccio sempre l’esempio di quando magari imparavano a guidare la macchina. La prima guida, quanto impegno, concentrazione, fatica mentale? Lo specchietto, il piede sulla frizione, uno sul gas, le marce, le frecce e via così, una serie infinita di cose nuove che devono essere tutte unite e coordinate, altrimenti la macchina non parte.

Oggi, dopo anni di “esercizio”, ti ritrovi a guidare, pensando ad altro, chattando su whatsapp, guardando FB e così via… è diventata la tua abitudine e non ti pesa più guidare come lo era all’inizio. Che cosa ha portato a questo risultato?

La pigrizia? No, la volontà di farlo e quanto più è forte il desiderio di riuscire, tanto più è semplice questo passaggio.

Più tempo dedichi alla pigrizia, più è difficile venirne fuori, più ti sembra che orami è troppo tardi, ecco che il concetto di “Kaizen”, ideato da Masaaki

Mai deve diventare una vera e propria filosofia, e di fatto lo è, per apportare cambiamenti nella vita privata e lavorativa.

Mi sono permessa di darti questo consiglio perché è  stato di grande aiuto nella mia vita personale  per fare il primo passo, se vuoi  leggere tutta la storia scarica la mia guida punto vita perfetta.

https://www.puntovitaperfetta.it/il-metodo/

Scarica il report  ed inizia a dedicare un minuto della tua giornata alla tua macchina perfetta, il  tuo corpo!

Preziosi consigli e sane abitudini sono racchiusi in questo manuale,  se non hai un minuto per te, chi dovrebbe averlo?

Clicca qui, compila il form con i tuoi dati e ricevi il manuale, gratuitamente, sulla tua mail!

A presto,  Marina la tua consulente di bellezza.